Documenti vari

In questa pagina troverete fonti di ispirazione ma anche articoli di giornale e scritti vari che riguardano alcune tematiche importanti legate al gelato artigianale e alle differenze con il prodotto industriale (ice cream).

Il seguente link porta ad un articolo su due  disciplinari promossi in Lombardia e in Piemonte che parlano di gelato e di artigianalità (grazie a Marco Gennuso).

Articolo sui disciplinari del gelato di Livia Pandolfi

  1. LOMBARDIA

    –> disciplinare Artis disciplinare del gelato Lombardia

  2. PIEMONTE

    –>disciplinare  Eccellenza artigiana piemonte disciplinare del gelato

  3. ARTIGELATO

    la certificazione Artigelato, a tutela del Gelato Artigianale Tradizionale Garantito firmata da CNA e Confartigianalto

    –>il testo del disciplinare Disciplinare+Tecnico+di+Produzione ARTIGELATO

  4. Articolo sulla rivista Riza che parla di gelati (un ringraziamento a Giorgio De Pellegrin)

    Il buon gelato secondo il mensile Riza

  5. L’articolo che segue è stato scritto e distribuito solo nel circuito dei medici nutrizionisti. Parla del gelato come alimento e ne esalta le qualità… ma leggete bene, perché non si parla affatto di gelato artigianale, infatti è stato costruito ad arte dall’ufficio stampa di Unilever:

    GELATO come alimento (ma è industriale!)

Qui di seguito pubblichiamo il codice deontologico del gelatiere:

codice deontologico del gelatiere

Unisciti alla conversazione

  1. Michele Sommella says:

    All’articolo 10 del codice c’è un piccolo errore di digitazione, si scrive “impegna” e non “inpegna”.
    Grazie per l’attenzione.
    Michele Sommella
    Eiscafè Cremamarena – Uffenheim (Germania)

    1. Grazie della precisazione, ma si tratta di un errore di battitura già presente nel file originale

  2. Francesco Palmieri says:

    VGI-13-ipotesi-proposta-regolamentazione-disciplinare-01.pdf

    Questo è un lavoro che ho elaborato negli ultimi mesi. Accettatelo come contributo al progetto in fase di sviluppo.
    E’ stato pensato “senza vincoli” (a parte quelli normativi esistenti) perchè deve essere il gelatiere “professionista” a decidere cosa e come vuole produrre e comunicarlo coscientemente ai suoi clienti.
    Grazie. Francesco Palmieri

    1. Marcello says:

      Caro Francesco, quindi non ti possiamo definire “Gelatiere” in quanto i tuoi punti 6 e 7 li hai infranti più volte..si predica bene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
© Copyright 2020. All rights reserved. - Web design e marketing: TiME Agency